Beinasco: parla il nuovo sindaco Antonella Gualchi

di Athena Pesando

A Beinasco,  la neo-eletta sindaca PD Antonella Gualchi è entusiasta. E’ il primo sindaco donna, forte segnale di discontinuità, e il risultato elettorale che l’ha riconosciuta primo cittadino la investe di una grande responsabilità.

<Sento una forte emozione per il sostegno che ho avuto dalle persone e dalla squadra con la quale ho lavorato, con tante facce nuove e tanto entusiasmo. È importante dare una discontinuità pur nella continuità dei progetti, fare tesoro dell’esperienza di chi c’era in precedenza, mettere a frutto ciò che di positivo ci è stato lasciato – afferma Gualchi –.  I primi progetti di sicuro comprenderanno innanzitutto occuparsi del discorso del Mercatone, l’azienda che è in fase di fallimento. Al momento non possiamo intervenire direttamente, possiamo però tenere alta l’attenzione e attivare tutti quegli strumenti di cui disponiamo, fare pressione alla regione e a livello governativo. Continueremo la battaglia contro il casello, che è da spostare, questo vorrebbe dire maggiore viabilità e scorrimento del traffico e soprattutto meno inquinamento>.

<Vogliamo rendere partecipi i vari quartieri, avere un confronto diretto coi cittadini, essere presenti in prima persona per sentire le loro esigenze –  sottolinea il sindaco – un altro punto cardine è continuare a investire sul sociale, va benissimo tagliare l’erba e tappare le buche ma altrettanto importante è dare una risposta a chi è in difficoltà, per esempio chi non ha un lavoro o una casa, soprattutto in questi tempi di crisi economica sono molti, sono cose che si vedono meno ma un’amministrazione è giusto che se ne faccia carico. Col progetto “Beinasco verso il lavoro” abbiamo messo in atto una mediazione tra le imprese e i cittadini in cerca di lavoro, investendo anche noi dei soldi per promuovere i contratti>.

Rispetto alla vittoria della sinistra a Beinasco commenta <è un segnale: vuol dire che se si lavora bene sul territorio dove il rapporto è più facile coi cittadini si riesce davvero a far capire la qualità del lavoro che si porta avanti. È importante anche rimanere uniti fra di noi, se si va uniti e ci si presenta con un progetto serio e delle persone serie la gente lo apprezza. A livello nazionale è sicuramente più difficile, però in un momento in cui la Lega è andata veramente forte, riuscire a mantenere una serie di comuni anche nel resto della provincia è sicuramente stato importante>.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *