Il virus produce disoccupazione:cosa possiamo fare?

di Antonio Garruto*


Cosa possiamo fare in questo momento per non lasciare nessuno indietro? In questi anni abbiamo costruito e consolidato a Collegno progetti mirati per sostenere chi cerca lavoro.
Con i tanti progetti di politiche attive per il lavoro, supportiamo coloro che hanno perso l’occupazione e che per trovarla hanno bisogno di essere sostenuti e formati, favorendo altresì anche percorsi di auto impiego.
Oggi in piena emergenza Coronavirus tutto diventa ancora più complicato, per la difficoltà nel riuscire a svolgere le normali azioni e attività previste dai progetti, ma soprattutto perche risulta ulteriormente difficile il machting tra domanda e offerta di lavoro.
In sintesi trovare lavoro è difficile , in questo periodo diventa ulteriormente complicato.

Alcune risposte parziali sono state fornite con il decreto Cura Italia, che ha previsto risorse per attivare la cassa integrazione in deroga e alcune misure a sostegno delle famiglie , dei lavoratori autonomi e stagionali.
Oggi e il tempo in cui bisogna occuparsi di ampliare il più possibile gli strumenti di sostegno al reddito di chi risulta fuori da tali misure.
Tante sono le persone ad esempio, che nei prossimi mesi vedranno scadere la naspi (indennità di disoccupazione) e altri ammortizzatori sociali .
Pertanto sarebbe opportuno:

  • prevedere un meccanismo di proroga dei provvedimenti di naspi per dare una forma concreta di aiuto in una fase emergenziale come questa, ai percettori dell’indennità di disoccupazione e a tutti coloro che avranno ammortizzatori sociali in scadenza.
  • prevedere strumenti di sostegno per le persone impegnate nei tirocini, che sono stati interrotti in questo periodo.
  • implementare un provvedimento che sostenga Colf e badanti che sono fuori dagli strumenti di tutela del decreto Cura Italia.
    L’impegno a tutti i livelli , deve essere di coordinare gli interventi che possiamo mettere in campo per allargare il più possibile la platea di coloro che devono essere sostenuti in questo momento di emergenza.
    Un impegno di rilevo strategico per il futuro del paese dovrà essere dato dalle azioni per supportare in modo forte le attività economiche e produttive del nostro paese, in questo senso il decreto liquidità a cui sta lavorando il governo, rappresenta un ulteriore passo in avanti.
    Impegnamoci tutti per superare l’emergenza sanitaria, per costruire le condizioni volte a consentire all’Italia di ripartire! Uniti ce la faremo!
  • *vice sindaco di Collegno assessore al lavoro
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *