Aperta la Clinica della Memoria, accolti i primi degenti Covid 19

Dopo il che la commissione dell’ Asl To 3 ha rilasciato l’autorizzazione e l’accreditamento per 20 posti nella Clinica della Memoria, sono entrati nella struttura i primi degenti coinvolti da contagio covid 19.

Ad accoglierli c’era il sindaco di Collegno Francesco Casciano “Questa apertura rappresenta un passo importante per una struttura sanitaria del nostro territorio che aspettiamo da tempo. Il sogno di Don Mario Foradini si concretizza in una prova durissima per il sistema sanitario italiano e anche per la nostra comunità. Sono sicuro che la Regione Piemonte e la nostra Asl To 3, molto dinamica e attenta ai bisogni dei cittadini, sappiano cogliere le potenzialità di quest’opera che può fornire, come in questa circostanza un utile contributo al sistema sanitario metropolitano.”

La società che gestisce la Clinica ha fatto sapere è possibile inviare candidatura e curriculum vitae a risorseumane@sanitaliaservice.it. per operatori sociali e infermieri collegnesi in cerca di occupazione.

Per l’assessore ai servizi sociali Maria Grazia De Nicola si tratta di ” un momento atteso che oltre all’utilità in emergenza deve diventare un polo di riferimento per la salute nel nostro territorio incrociando i bisogni di una popolazione che invecchia è ha anche bisogno di assitenza e di una rete di servizi di supporto efficiente e moderna.”

Per il sindaco Casciano: “la pandemia ha dimostrato quanto sia prezioso disporre di una sanità pronta e funzionale quindi spendere in salute significa fare un investimento strategico per la comunità. La Clinica può generare lavoro di qualità, opportunità di studi e percorsi universitari e strumenti per la ricerca”.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *