GIORNATA MONDIALE DELL’AMBIENTE: COLLEGNO CITTA’ VIRTUOSA

di Chiara Barison

L’impegno assunto dal Comune di Collegno nei confronti del Pianeta non si ferma. Il futuro della città è improntato all’ecosostenibilità in vari ambiti grazie alla traversale politica ambientale.

Tra i motivi di orgoglio spicca innanzitutto la raccolta del 66,6% di rifiuti differenziati nel corso dell’anno 2019, con il conseguente raggiungimento di tutti gli obiettivi previsti dalla legge in materia di raccolta differenziata.

La rivoluzione green è da sempre uno dei capisaldi della politica del sindaco Francesco Casciano che soddisfatto dichiara: “Il percorso intrapreso va nella direzione giusta ma abbiamo ancora tanta strada da fare insieme, per questo motivo ringrazio tutti i cittadini e le aziende virtuose del territorio perché questi sono obiettivi comuni. La riduzione dei rifiuti e la raccolta differenziata sono traguardi di civiltà, ambientale ed economica. Riciclare materiali destinati genera lavoro pulito e risparmio di materie prime, ma soprattutto diffonde una cittadinanza consapevole. La scelta ecologica è per aria, terra e acqua la sfida di tutti in cui sentirsi protagonisti attivi e partecipi della cura del territorio e del benessere globale”.

Il prossimo ambizioso obiettivo consiste nel portare al 70% la percentuale della raccolta di rifiuti differenziati. L’impresa è resa più complessa dalle conseguenze dell’emergenza sanitaria, tra cui un inevitabilmente incremento nell’utilizzo di prodotti monosuso, a cominciare dalle indispensabili quanto inquinanti mascherine chirurgiche.

Nonostante tutto, Collegno continua a credere nel binomio ecologia e salute a beneficio dei propri cittadini i quali, a loro volta, fanno scelte sempre più ponderate e attente nei confronti dell’ecosistema. A dimostrarlo sono i dati che provano il crescente utilizzo dei quattro punti acqua SMAT disclocati sul territorio cittadino. In un anno sono stati erogati ben 1.562.000 lt di oro blu, che a loro volta potrebbero aver permesso  un risparmio di  1.041.333  bottiglie da 1,5 lt. Questo significa non solo riduzione di rifiuti in plastica ma anche diminuzione dell’immissione di CO2 nell’atmosfera causata proprio dalla produzione di bottiglie di plastica.

Ma le sfide non sono finite: l’Assessore alla Città Sostenibile Enrico Manfredi ribadisce che “è fondamentale anche lavorare per la riduzione dei consumi di plastica monouso. Per questo abbiamo deciso di aderire insieme al Consiglio Comunale alla campagna del Ministero denominata Plastic Free”, ricordando che è “giusta la prevenzione del virus ma non dobbiamo dimenticare l’ambiente e i danni che la plastica sta facendo sul nostro pianeta”.

A completare l’incoraggiante scenario c’è il raggiungimento degli obiettivi previsti dalla Legge  n. 10/2013: a fronte di 306 nuovi nati, a Collegno sono stati messi a dimora oltre 400 essenze arboree e circa 3000 essenze arbustive (grazie al contributo del Bando Periferie). In questo modo è stata agevolata la riqualificazione delle numerose aree verdi presenti sul territorio comunale.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *