Da domani gli esami di maturità 2020, buona fortuna!

Notte prima degli esami, cantava una celebre canzone, che da tempo ormai accompagna i maturandi con ansie e stress alla vigilia delle prove scritte dell’esame di stato. Ma per la Maturità 2020 sarà tutto molto diverso, perché non ci saranno prove scritte, ma solo un colloquio orale su tutte le materie che inizierà il 17 giugno. Pochi studenti, commissione interna a eccezione del Presidente di Commissione, una tesina preparata durante le lezioni di didattica a distanza. E una Maturità diversa dalle altre.

La Maturità ai tempi del Corona Virus è inevitabilmente diversa. Il rito di passaggio non sarà uguale, anche se i ragazzi potranno conservare nella loro memoria e nei loro cuori dei ricordi che rimarranno tali per il resto della vita. Secondo un’indagine realizzata da Laboratorio Adolescenza e Istituto di Ricerca Iard, i maturandi speravano in una semplificazione dell’esame, ma la maggior parte teme che sarà peggiore. Del resto per ogni studente impegnato nella Maturità la sua sarà sempre la peggiore della storia.

Di sicuro non è stato facile produrre l’elaborato da inviare via mail e presentare poi in fase di colloquio di fronte a tutti i propri docenti e al Commissario esterno. Anche perché è una novità assoluta, non si trovano altri esempi o fonti di ispirazione online a cui ispirarsi. Molti studenti rimpiangono il tema di italiano, mentre la seconda prova, soprattutto per Liceo Scientifico e Liceo Classico, ma non solo, forse è la meno rimpianta tra tutti.

Ricordiamoci che i ragazzi arrivano da tre mesi di didattica a distanza che ha mostrato molte lacune e che ha lasciato fuori dai giochi molti ragazzi, esclusi perché senza connessione o computer adatti a seguire le lezioni online. Nessuno augura ai colleghi del futuro un anno con anche solo un mese di DAD. Tutti attendono comunque con ansia il giorno dei colloqui. Sarà comunque una grande sfida. E lo saranno anche i festeggiamenti post Maturità. Tutti rigorosamente a distanza. Una Notte prima degli esami molto particolare: in bocca al lupo ragazzi!

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *