Entro luglio parte il cantiere Metro da Cascine Vica

di Chiara Barison

Si è tenuto presso l’Ecomuseo del Villaggio Leumann l’Osservatorio per discutere dei lavori di ampliamento della linea 1 della metropolitana tra Collegno e Cascine Vica.

Il secondo lotto quello che partirà da Cascine Vica, comprende anche la fermata Leumann e raggiungerà il primo lotto alla fermata Collegno Centro.

Questo lotto, del valore di 71,5 milioni di euro, va ad affiancare il primo i cui lavori sono stati avviati a dicembre 2019 – che comprende le fermate Collegno centro e Certosa – per un totale di circa 300 milioni di euro d’investimenti statali e saranno realizzati dalla stessa ditta.

Preoccupano le conseguenze sul territorio cittadino: “Abbiamo adottato diverse misure sulla viabilità dopo l’avvio del primo lotto visto l’impatto che un cantiere di queste dimensioni ha avuto sulla città” dichiara Gianluca Treccarichi, assessore alla mobilità di Collegno.

“Sono state posizionate delle telecamere intelligenti in alcuni incroci strategici per il primo lotto, precisamente in via XX settembre angolo via San Massimo e in corso Pastrengo angolo via Tampellini. È stata inoltre predisposta una nuova rotonda in viale Certosa angolo corso Pastrengo”.

I cittadini sono stati sempre prontamente avvisati delle modifiche alla viabilità cittadina a mezzo social e “invitati a trovare strade alternative controllando il flusso del traffico nelle varie zone, la collaborazione deve essere attiva” prosegue Treccarichi.

Grazie ad una stretta collaborazione tra l’amministrazione e la direzione dei lavori, sarà possibile garantire soluzioni viabili valide ed efficaci sul volume del traffico collegnese: “Valuteremo le soluzioni più opportune in corso d’opera. È prevedibile che i lavori attinenti alla fermata Leumann andranno ad impattare notevolmente sulla dorsale di corso Francia. Auspichiamo che con una corretta e puntuale informazione i cittadini possano optare agevolmente per percorsi alternativi”.

Sempre nella giornata dell’8 luglio è stata chiusa via Torino nel tratto compreso tra via Martiri XXX aprile e corso Pastrengo che durerà 9 mesi.

“Via Torino è certamente un’arteria importante per Collegno e inevitabilmente causerà disagi. In alternativa ci si può spostare sul parallelo corso Francia oppure circumnavigare il parco Dalla Chiesa passando tra corso Pastrengo, via Tampellini e via Martiri. Bisogna aggirare l’ostacolo anche se so bene che le alternative non sono infinite”.

“Sono inevitabili scavi, soppressione di parcheggi e chiusura di vie. Sarebbe bello avere la metropolitana pronta dall’oggi al domani ma, visto che è impossibile, siamo chiamati tutti a fare dei sacrifici” conclude l’assessore Treccarichi.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *