Collegno ha approvato il bilancio per 2021, conferma dell’attenzione al sociale

di Alessandra Neglia

Il Bilancio di Previsione della città di Collegno è stato approvato dal Consiglio Comunale il 22 dicembre. Prima era stato condiviso dalle organizzazioni sindacali Confederali e dei pensionati CGIL, CISL e UIL, con cui è stato sottoscritto un protocollo d’intesa.

Il  Bilancio  pareggia tra entrate e spese un importo intorno a 70 milioni di euro e presenta un forte impegno sul piano degli investimenti, pari quest’anno a oltre 23 milioni di euro.

Il Vicesindaco e assessore alle politiche economiche Antonio Garruto ha spiegato che ci sono state molte iniziative messe in campo dall’Amministrazione Comunale per fronteggiare l’emergenza sociale ed economica dovuta al Covid-19. Egli si riferisce per esempio: agli sgravi Tari e Tosap per famiglie e attività economiche; il sostegno al commercio e alle micro imprese con un bando ; l’estensione del progetto Pratico, da 3 a 4 mesi dell’indennità per i partecipanti; l’adesione al Fondo Sor.ri.so con risorse  per i microprestiti sociali.  

Inoltre il Vicesindaco sottolinea i risultati che la città di Collegno sta continuando ad ottenere, anno dopo anno, nella lotta all’evasione e come il comune continua a investire risorse per le politiche attive del lavoro.

Il Sindaco Francesco Casciano dichiara che si tratta di un bilancio sociale vicino ai cittadini influenzato da un anno che non dimenticheremo facilmente e il suo pensiero va a tutti coloro che hanno sofferto e che sono venuti a mancare all’affetto dei propri cari. Egli, insieme all’Amministrazione comunale, sono pronti ad aggiungere risorse per aiutare le categorie in difficoltà, come testimonia lo sforzo fatto per i buoni alimentari e continueranno a sostenere l’associazionismo, la transizione ecologica, l’università, le scuole e le politiche attive del lavoro. Collegno ha dimostrato di essere una città attiva e propositiva, sempre e comunque, fronteggiando e risolvendo al meglio tutte le problematiche attuali.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *