AGENDA APPUNTAMENTI ALLA FONDAZIONE TORINO MUSEI 22 – 28 aprile 2022

Dopo il grande successo del weekend di Pasqua con 5.888 visitatori, proseguono gli appuntamenti dei musei della Fondazione.

SABATO 23 APRILE

ore 15

DEGUSTAZIONE DI TÈ

MAO – attività per adulti sulla mostra Kakemono. Cinque secoli di pittura giapponese

Theatrum Sabaudiae, in collaborazione con The Tea, propone una visita guidata alla mostra Kakemono. Cinque secoli di pittura giapponese, a cui seguirà una degustazione di tè condotta da Claudia Carità.

La visita guidata alla mostra Kakemono. Cinque secoli di pittura giapponese. La collezione Perino permette di illustrare i meravigliosi kakemono, rotoli verticali pensati per essere appesi durante occasioni speciali o utilizzati come decorazione in accordo alle stagioni dell’anno, che mostrano diversi soggetti – uccelli, animali, figure, paesaggi, piante e fiori – dipinti su carta o seta. I kakemono appartengono alla collezione Perino e sono datati tra la metà del XIV e i primi decenni del XX secolo. A seguire nei giardini giapponesi Claudia Carità propone un itinerario sensoriale di degustazione di wakōcha, il tè nero moderno e inusuale nell’offerta del tè Giapponese che per 800 anni ha prodotto solo tè verde. L’esperienza confronterà due tè rari dalle note aromatiche molto diverse per terroir e cultivar. La degustazione sarà accompagnata da assaggi di prodotti giapponesi e del territorio. Il servizio è adeguato alle normative in vigore, ogni partecipante riceverà un servizio composto da un piccolissimo vassoio in simil grafite con tazza di porcellana.

Costo: 18€ a partecipante (+ biglietto di ingresso alla mostra – gratuito per possessori di Abbonamento Musei). Prenotazioni 0115211788 – prenotazioniftm@arteintorino.com 

ore 16

LA RANA E IL VECCHIO STAGNO: LABORATORIO DI HAIKU E IMMAGINI PER BAMBINI

MAO – conferenza seguita da scrittura creativa

A cura della dottoressa Roberta Vergagni, iamatologa.

L’incontro inizierà con la visita guidata alla mostra attraverso letture di haiku e racconti di storie e leggende giapponesi; proseguirà poi col laboratorio pratico in cui ogni bambino sceglierà e scriverà con fude pen (pennarello-pennello) su cartoncino shikishi un kanji (carattere giapponese) e creerà uno haiku semplice con l’aiuto di immagini selezionate.

Massimo 10 bambini di età compresa tra 8 e 13 anni

Costo €7 a bambino – adulti accompagnatori biglietto ridotto per la mostra (Gratuito per i possessori Abbonamento musei).

Tutti i workshop sono comprensivi dei materiali. Prenotazione consigliata alla mail: mao@fondazionetorinomusei.it. La partecipazione agli eventi è consentita solo ai possessori di Green Pass.

ore 16.30

UN GIORNO A POMPEI

Palazzo Madama – visita guidata alla mostra Invito a Pompei

Immaginando di trascorrere una giornata nella Pompei del I secolo d.C., il percorso di visita illustrerà la quotidianità di chi, all’ombra del Vesuvio, viveva.

Entrando nelle normalità domestica verranno descritti i vari momenti della giornata: pasti, incontri, commerci e relazioni. Gli oggetti in mostra, provenienti dagli scavi archeologici della città e delle lussuose ville delle località limitrofe, hanno restituito una fonte inesauribile di informazioni e la ricca esposizione in mostra ne è testimonianza. La città era affollata e le botteghe esponevano le merci, al foro si passeggiava e ci si incontrava; le vie brulicavano di persone. Nelle case più lussuose si svolgeva una vita piacevole fra atri, peristili e giardini, intrattenendosi tra conversazioni e affari da trattare. Sveleremo le abitudini degli antichi abitanti: cibi, letture, orari. Una visita che narra la dimensione domestica, sociale e familiare.

Costo: € 6 a partecipante

Costi aggiuntivi: biglietto di ingresso al museo; gratuito per i possessori di Abbonamento Musei Piemonte Valle d’Aosta

Info e prenotazioni: 0115211788 – prenotazioniftm@arteintorino.com

DOMENICA 24 APRILE

ore 15.00

AMBIENTE. La natura e i materiali

GAM – attività per famiglie in collaborazione con Fantolino

Adulti e bambini dai 6 anni in su

Nata in collaborazione con Fantolino, eccellenza piemontese per la produzione di uova da allevamento biologico, all’aperto e a terra, l’attività proposta alla GAM vede riunite l’attenzione nella scelta del materiale che Fantolino ha scelto per proteggere le proprie uova, e l’amore per la materia e gli oggetti che caratterizza alcuni artisti presenti nella mostra “Una Collezione senza confini”.

Anselm Kiefer, Tony Cragg, Kcho nelle loro opere riescono a raccontare luoghi reali o immaginari utilizzando in maniera originale e evocativa la materia, gli oggetti e i materiali naturali. Prendendo ispirazione dalle loro creazioni bambini e adulti, divisi in due spazi dedicati presso l’Educational Area del museo, daranno vita a lavori materici utilizzando come punto di partenza gli imballaggi cartacei delle uova gentilmente offerti dall’azienda Fantolino. Mediante la pressatura, lo strappo e il colore, i partecipanti al laboratorio potranno creare luoghi evocativi, elementi naturali e raccontare la sensazione che il materiale riesce a trasmettere. Al termine dell’attività ogni famiglia verrà omaggiata di una confezione di uova Fantolino.

Costo: Euro 7 a partecipante

Costo aggiuntivo: adulti biglietto di ingresso ridotto; gratuito per i possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte e Valle d’Aosta

Informazioni e prenotazioni: 0115211788 – prenotazioniftm@arteintorino.com

LUNEDI 25 APRILE

KAKEMONO. CINQUE SECOLI DI PITTURA GIAPPONESE

MAO – chiude la mostra Kakemono. Cinque secoli di pittura giapponese

La mostra al MAO “Kakemono. Cinque secoli di pittura giapponese”, la prima in Italia focalizzata su questa forma d’arte, presenta 125 kakemono oltre a ventagli dipinti e lacche decorate appartenenti alla Collezione Claudio Perino, un’importante raccolta di opere acquisite dal collezionista piemontese, fra i principali prestatori e mecenati del Museo d’Arte Orientale di Torino.

kakemono, allestiti in cinque sezioni tematiche (fiori e uccelli, animali, figure, paesaggi, piante e fiori) conducono il visitatore attraverso un mondo ricchissimo, in cui rappresentazioni minuziose e naturalistiche, punteggiate di dettagli sottili, si affiancano ad immagini estremamente essenziali e rarefatte, dove la forma perde i suoi contorni, si disgrega progressivamente per diventare segno evocatore di potenti suggestioni, in un estremo esercizio di sintesi e raffinatezza, quasi un astrattismo ante litteram.

MERCOLEDI 27 APRILE

SELVATICO E NATURALE

Palazzo Madama – visita guidata in giardino

Nel mese di aprile il Giardino Botanico Medievale di Palazzo Madama è ricco di suggestioni per le fioriture degli alberi da frutti, degli arbusti selvatici e delle piante spontanee, che caratterizzano l’inizio della stagione primaverile nei prati e nei boschi. Qui coesistono aree a orto e a giardino con numerosi ambienti naturali, che ne fanno un piccolo “scrigno” di vegetazione ormai dimenticata. 

La visita con il curatore botanico Edoardo Santoro sarà l’occasione per imparare a riconoscere le piante selvatiche utili, apprendere le tecniche di coltivazione e gestione naturale oltre che scoprire aneddoti botanici e storici di queste piante, che possono rendere sani e vivaci i nostri orti, giardini e balconi.

Durata: 1 h

Costo: ingresso giardino 5€ (gratuito possessori Abbonamento Musei) + visita guidata 5€

Prenotazione obbligatoria: 011.4429629 (lun – ven 9.30-13; 14-16)

madamadidattica@fondazionetorinomusei.it 

Posti disponibili: 15

Mercoledì 27 aprile ore 16.45

TRA CULTO E BELLEZZA A POMPEI: INDAGINI E RESTAURO PER DUE STATUETTE D’ECCEZIONE

Palazzo Madama – conferenza con Michela Cardinali – Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale”, Isabella DassettoBenedetta Visconti – Dipartimento di Studi Storici, Università di Torino

Le testimonianze da Pompei hanno conosciuto molte vite, dall’antichità fino al loro riemergere dai lapilli, e oltre… Così si sviluppano e si intrecciano, tra archeologia e cronaca, le storie affascinanti di due statuette, una destinata al culto domestico nella Casa di Championnet I, l’altra al decoro del giardino della celebre Casa dei Vettii. Il racconto delle restauratrici che ne hanno curato lo studio e il restauro ricostruisce il percorso che ha restituito queste opere al nostro sguardo ammirato.

La conferenza fa parte del ciclo legato alla mostra Invito a Pompei, in corso a Palazzo Madama fino al 29 agosto.

GIOVEDI 28 APRILE

ore 18

PALMA IL VECCHIO, L’INVENZIONE DELLA BELLEZZA

Palazzo Madama – conferenza di Storia dell’Arte

Quarta conferenza del ciclo di Storia dell’Arte Otto Artisti per un Rinascimento. Venezia e l’invenzione della modernità con Giovanni Carlo Federico Villa, direttore di Palazzo Madama.

Palma il Vecchio, insieme a Giorgione e Tiziano, è certamente uno dei protagonisti della pittura italiana ed europea: è colui che ha il merito di rigenerare e modernizzare l’arte veneziana. Se nel ritratto Tiziano è monumentale e celebrativo, Palma crea un modello nuovo e differente, basato sul sentimento: la ritrattistica idealizzata delle nobildonne veneziane di Palma è la capacità dell’artista di cogliere in un formato monumentale il senso stesso della bellezza femminile, fatta di sguardi melanconici, di incarnati di porcellana, di gesti intimi, di abiti dalle stoffe abbondanti e preziose e di un sentimento verso la bellezza che è assolutamente in convergenza con la poesia di Ludovico Ariosto, di Sannazaro e di Ruzante. Anche nelle sacre conversazioni, Palma ha la capacità di raccontarci il sentimento dei santi e il dialogo interiore che questi instaurano con il paesaggio, portando a Venezia le valli della Bergamasca, le montagne della sua infanzia, e trasformando il paesaggio: non più un semplice sfondo accessorio, ma un riferimento emotivo, uno specchio dei sentimenti che muovono i protagonisti della sua pittura.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *