COSÌ SPECIALE TOUR DI DIODATO APPRODA A VENARIA

Il nuovo tour del cantautore aostano approda a Venaria per presentare il nuovo disco “Così Speciale”.

Quello che Diodato porta in scena è un concerto in cui presenta tutte le 10 tracce del nuovo album e una selezione del suo repertorio, che con quattro precedenti album inizia a farsi corposo, la scaletta è composta da 27 tracce. Nuovi arrangiamenti che vedono la presenza importante dei fiati, che danno un tocco di colore e aggiungono del soul agli arrangiamenti finali. Oltre ai fiati sul palco accanto al protagonista ci sono chitarra, basso, batteria e tastiere, una bravissima polistrumentista e Rodrigo D’Erasmo, ex Afterhour, al violino e percussioni.

Il concerto si muove e Diodato architetta bene la scaletta introducendo tutta la sua visione della musica che è eterogenea, molto variegata. Ci sono momenti intensi, con altri più leggeri e nel corso del concerto si tocca anche il pop più tenue, quello coinvolgente. Si toccano gli aspetti più melodici, dolci della musica di Diodato. Ma ci sono anche quei picchi emotivi in cui le canzoni si srotolano intorno a una semplice chitarra acustica o un piano con le parole che arrivano chiare e dirette. Sorprendente pulizia sonora e una alta qualità acustica, elementi spesso sottovalutati, ricercati da questo artista.

Dunque i fiati si prendono i loro spazi e li riempiono più di quanto faccia la chitarra elettrica, lo stesso fa, in misura minore, anche il violino. Il tutto al servizio di una costruzione sonora molto interessante e coinvolgente.

Elegante è uno degli aggettivi abbinabili a questo concerto e lo è a partire dalla scenografia. Sul palco vi sono sette schermi verticali, uno per ogni musicista, dai quali arrivano le immagini dei fiori colorati che fanno bella mostra sulla copertina del disco. Ad amplificare la bellezza dello stage una scelta luci azzeccata e calda.

Il coinvolgimento si percepisce chiaramente tra il pubblico che canta, si emoziona alle canzoni di Diodato. Il clou è ovviamente sulle note di “Fai rumore”, il brano che ha portato il cantautore al grande pubblico dopo la vittoria di Sanremo 2020. Altro momento di grande condivisione arriva sulle note della conclusiva “Che vita meravigliosa”.

Diodato merita tutte le attenzioni e la spinta che sta mettendo nel suo progetto. Lo merita perché è bravo, elegante, a volte sottovalutato da critica e pubblica.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *