Per la Metro si lavora anche ad agosto: facciamo il punto della situazione

Sono iniziate a fine luglio a Rivoli le prime modifiche alla viabilità per la realizzazione della stazione Cascina Vica nel prolungamento della linea 1 della metropolitana verso Rivoli.

A giorni partiranno i primi interventi sui sotto servizi, sempre sui controviali di corso Francia, nell’ambito della realizzazione della stazione Leumann; parallelamente avanzano i lavori propedeutici per lo scavo del tunnel a foro cieco.

È arrivata in cantiere una terza macchina per effettuare i consolidamenti del terreno soprala galleria nell’area mercatale di Santa Maria, centralissima per Collegno.

IL TRACCIATO

Partendo dalla diramazione del deposito metro di Collegno, in prossimità dell’attuale capolinea Fermi, il tracciato si sviluppa in galleria lungo via De Amicis fino all’incrocio con corso Pastrengo; sottopassa la ferrovia Torino/Modane e, dopo aver percorso via Risorgimento, procede al di sotto di corso Francia, fino alla frazione Cascine Vica nel comune di Rivoli, terminando in corrispondenza dell’intersezione con la tangenziale ovest. Lungo questo percorso saranno realizzate quattro nuove stazioni: Certosa, Collegno Centro, Leumann e Cascine Vica.

La fermata Certosa costituirà inoltre il nodo di interscambio con la stazione ferroviaria di Collegno, mentre a Cascine Vica sarà realizzato un parcheggio di interscambio con le auto private.

TECNICHE DI SCAVO E TEMPI

La galleria di linea verrà realizzata utilizzando due tecniche di scavo. La prima parte, compresa tra l’inizio della nuova tratta e il suo sviluppo lungo via De Amicis, verrà scavata con il metodo del cut and cover (tagliare e coprire), mentre la restante parte, compresa tra l’incrocio con via S. Massimo e Cascine Vica, verrà scavata con metodi tradizionali, il foro cieco.

I lavori di costruzione del tracciato sono iniziati nel 2019, dureranno circa quattro anni e sono suddivisi in due lotti: Fermi-Collegno Centro e Cascine Vica- Collegno Centro

Il progetto definitivo dell’opera è stato ottimizzato per mitigare l’impatto dei cantieri e per migliorare l’accessibilità dell’infrastruttura una volta ultimata, tenendo anche conto delle indicazioni formulate dalle amministrazioni locali.

Le principali migliorie apportate riguardano la realizzazione su due livelli, anziché uno, delle stazioni Collegno Centro, Leumann e Cascine Vica (tipologia stazione Marconi); l’installazione di un ascensore per ogni ingresso, al posto della scala mobile di sola risalita, per favorire l’accessibilità ai diversi tipi di utenza e per utilizzare le stazioni anche come sotto attraversamenti sicuri di corso Francia; l’approfondimento di circa 4-5 metri del piano di rotolamento dei treni; l’estensione dei tratti di galleria scavati a foro cieco per ridurre al minimo l’impatto delle lavorazioni in termini di viabilità, emissioni di polveri e rumori, volumi di scavo e salvaguardia del verde.

Il progetto è inoltre accompagnato da una serie di interventi complementari per migliorare la mobilità e i collegamenti locali. È prevista la realizzazione di un nuovo movicentro in corrispondenza dell’attuale capolinea Fermi e di un parcheggio di interscambio interrato in prossimità della stazione Cascine Vica, vicino alla tangenziale.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *