In Piemonte mancano 130 milioni, ma si tagliano del 20% le tasse sulla caccia.

Sarno Diego

Il Presidente Cirio afferma che mancano, alla sanità piemontese, 130 milioni di euro per far fronte al buco creato dai costi dell’emergenza Covid. Nonostante ciò il centrodestra ha presentato, in Commissione, un emendamento all’articolo 2 della variazione di Bilancio che prevede l’abbattimento del 20% della tassa sulle concessioni regionali annuali per le aziende faunistico-venatorie e agri-turistico-venatorie.

“In un momento in cui il Governo regionale dovrebbe occuparsi degli investimenti nella sanità, anche alla luce delle recrudescenze della pandemia che richiedono interventi tempestivi e di sostenere le aziende, che hanno pagato il prezzo di una crisi economica e che si trovano a dover far fronte agli aumenti dei costi delle materie prime e dell’energia, il centrodestra pensa invece a come accontentare le lobby dei cacciatori, diminuendo le tasse sulla caccia dichiarano il Consigliere regionale Pd Diego Sarno, relatore di opposizione per il Gruppo Pd del provvedimento, e il Presidente del Gruppo Pd Raffaele Gallo.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *