Grugliasco scende in piazza per dire il suo NO al razzismo

di Athena Pesando

In tutta Italia in questi giorni si stanno tenendo manifestazioni contro il razzismo, grazie a una presa di coscienza generale scaturita dal brutale omicidio di George Floyd accaduto in Minnesota (USA). Paolo Spataro, segretario dei Giovani Democratici di Grugliasco, ha organizzato un flash mob parallelo a quello tenutosi in Piazza Castello a Torino, a Grugliasco in Piazza 66 Martiri.

L’idea nasce dalla volontà di manifestare contro il razzismo in sicurezza, evitando che anche i membri di Grugliasco confluissero a Torino andando ad aumentare numericamente i presenti in Piazza Castello. Il flash mob è stato molto toccante e si è svolto nel pieno rispetto delle misure di sicurezza anti-covid: tutti i presenti indossavano la mascherina e sono rimasti a debita distanza tra loro. Tra i presenti molti giovani, ma anche la Croce Rossa e membri dell’amministrazione cittadina.

Luca, cassiere, membro dei Giovani Democratici dice <Sono qua oggi per ribadire il mio no a ogni tipo di razzismo verso qualsiasi differenza etnica e culturale. Qualcuno pensa che non abbia senso manifestare per qualcosa successo negli USA ma sono cose che succedono anche in Italia, anche qui c’è gente che ha lo stesso tipo di pensiero nei confronti delle persone non bianche. Conosco personalmente persone razziste, purtroppo. Per me è importante anche il fatto di essere qui come membro dei Giovani Democratici perché noi rappresentiamo in Italia quella parte di giovani che va contro ogni tipo di discriminazione>.

Insieme a lui ci sono altri due ragazzi: tra cui Luca che dichiara <Sono venuto qua perché non ci sto al razzismo, ci deve essere l’uguaglianza per tutti> e Simone, studente che aggiunge <Sono qua anche per dire basta anche all’abuso di potere da parte delle forze dell’ordine. Questa è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, l’omicidio di George Floyd>.

A parlare per la Croce Rossa interviene Ilaria <Noi abbiamo deciso di partecipare perché come Croce Rossa noi rispettiamo i sette principi che comprendono anche l’uguaglianza, la neutralità, l’imparzialità e quindi sposiamo appieno le idee portate avanti con questo flash mob: dire no al razzismo è una cosa che sta a cuore anche a noi>.

Alla fine della manifestazione anche Fatima, consigliere comunale del Comune di Grugliasco, commenta <Oggi ho avuto il piacere di partecipare a questo flash mob che è stato organizzato in contemporanea anche a Torino, proprio per manifestare la mia idea di antirazzismo per qualsiasi etnia del mondo, a prescindere dal colore della pelle, dalla religione e dalla provenienza. Sono contenta che abbiamo partecipato un buon numero di giovani, è importante che oggi i giovani la pensino in questo modo. Sia l’Italia che l’Europa fanno parte di questo mondo, non è che se una cosa accade negli USA o in altri stati allora non ci riguarda, anche perché dobbiamo imparare dalla storia ma anche dal presente e da quel che ci accade intorno, perché purtroppo casi come quello di George Floyd ci sono ancora>.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *