Alpignano e Venaria il Centro Sinistra può farcela!

Nei due comuni della Zona Ovest dove si è votato il 20 e 21 settembre non sono mancate la sorprese.

Ad Alpignano il distacco fra Steven Palmieri con il 40,16% e il secondo , l’ex sindaco Andrea Oliva con il 18,75% è abbissale, quasi 22 punti di differenza. Ma, come sappiamo, al ballottaggio si riparte da zero. Che cosa faranno gli elettori dei candidati esclusi non è dato sapersi, mentre per Palmieri sarà indispensabile riportare tutti i suoi votanti alle urne, potrebbe anche bastare per vincere, visto il distacco, ma un appello agli alpignanesi per una nuova stagione di impegno potrebbe servire.

Il voto al candidato di centro destra conferma la storia sempre a sinistra di Alpignano, forse con Palmieri potrebbe chiudersi, con un ricambio generazionale, una stagione di divisioni soprattutto personali.

A Venaria non è riuscita il tentativo annunciato di vincere al primo turno da parte del centro destra, per questo Rossana Schillaci può essere soddisfatta del voto che vede un distacco serio, ma non incolmabile. Dipende molto da cosa si farà nei prossimi giorni. Per Giulivi, che ha fatto il pieno, vale lo stesso discorso: riportare i suoi a votare. Per Schillaci ci sono margini di crescita nel possibile sostegno degli elettori dei candidati esclusi.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *